Da Vice Sindaco a presidente della partecipata del comune. Pierluigi Toscani non molla la sedia

«Una scelta che mi costa molto, ma giusta, forse d’altri tempi, per tutelare la mia famiglia e l’’Amministrazione» aveva dichiarato l’ex Vice Sindaco Pierluigi Toscani, quando aveva lasciato il posto in Comune, pochi giorni prima della condanna penale per peculato. Sentenza che da mesi era stata fissata dal giudice, ma per la quale le dimissioni erano seguite dopo mesi a ridosso proprio della sentenza.
 
Oggi il “moralista” ex Vice Sindaco, ha abbandonato i virtuosismi e in faccia alla condanna di primo grado ad 1 anno e 8 mesi di carcere (pena sospesa e senza interdizione dai pubblici uffici) per peculato, ovvero appropriazione indebita, o distrazione a profitto proprio o altrui, di denaro o altro bene mobile appartenente ad altri, commessa da un pubblico ufficiale che ne abbia il possesso in ragione del suo ufficio, derivante dalla sentenza per la Rimborsopoli di Regione Lombardia, è tornato alla ribalta diventando Presidente di Linea Ambiente, partecipata di LGH.
 
Un periodo infelice per farsi eleggere, quello del Corona Virus, dove i cittadini (non solo rovatesi) sono alle prese con qualcosa di molto più grave.
 
Un epilogo che fa riflettere, se non ora, tra qualche mese, quando tutto sarà finito.
 
In tempi di quarantena, si contano morti e sciacalli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *